Indice articoli

Sabato 10 e domenica 11 settembre

Tour stradale con facile tratto sterrato panoramico facoltativo al sabato, di Remo Pagliai repaglia @ tiscali.it 335.5637834 con la collaborazione di Alessandro Bellucci abellucci @ mototouronoffroad.it 349.6225230

All Along the Watchtower…

Ovvero “Il mare visto (sognato) dai castelli”
(leggere attentamente fino in fondo per le modalità di iscrizione)

 
Sabato 10

Il ritrovo è previsto alle ore 10,30 presso il parcheggio dell’albergo “Cinque Terre nel Sole(*1), vicinissimo all’uscita Deiva Marina della A12. Si raccomanda di presentarsi con il pieno di benzina.

Dopo i saluti ed il tempo per alcune indicazioni, si parte in direzione della SS1, nel mitico tratto del Passo del Bracco, che incontriamo in loc. “Casa Morcone”. Ci dirigiamo verso Carrodano e l’incrocio per Sesta Godano, dove (dopo circa 19 km) potremo trovare un rifornimento di carburante (quello dopo è a circa 100 km, zona La Spezia).

Da Sesta Godano lasciamo la SP 566 in direzione del Passo (o Foce) del Rastello, per una strada bellissima che ci porta sul crinale. Vicino al passo, per un breve tratto a fondo naturale, si raggiunge un suggestivo sacrario alla Resistenza, che su questi monti ha scritto pagine di storia patria, da dove ammirare il panorama e scattare un po’ di foto.
A questo punto il gruppo si può dividere in due parti: i “tassellati” (*2 il livello di difficolta è 2 sulla scala di M&TOOR, vedere sotto), che intendono percorrere la bellissima (e comunque facile) sterrata di crinale per I Casoni, proseguono dritti. Gli altri “stradaioli” guidati da Alessandro Bellucci tornano indietro per un breve tratto, per le curve che portano a Pieve di Zignago e quindi alla località I Casoni, dove c’è il ristorante “Dei Cacciatori”, per il meritato pranzo.



Si riparte tutti insieme per la stradina, asfaltata ma un po’ rovinata e con pendenze ripide, verso Calice al Cornoviglio, dove troviamo un bel castello che domina la valle. Scendiamo verso la valle del fiume Vara, che attraversiamo per risalire la stretta e verde Val Durasca, in direzione di La Spezia: arriviamo alla Foce, a monte della città, che ci offre il panorama sul porto e su tutto il golfo.
Mettiamo alla prova le nostre capacità di spostamento in gruppo nell’attraversamento della viabilità urbana e dei semafori di La Spezia, ma poi siamo ripagati dalla vista di Lerici e del suo castello, ritemprandoci con una bibita od un gelato.

Di nuovo in sella verso Sarzana (magari passando vicino alla fortezza di Sarzanello), per raggiungere Fosdinovo, vera terrazza panoramica sulla costa, col suo piccolo centro storico e con l’immancabile, bellissimo, castello medievale, che vale una breve sosta.
Ripartenza verso la Lunigiana, il Passo dei Carpinelli e la Garfagnana, fino a Gramolazzo, dove il rumore del lago ci concilia il sonno nelle camere dell’Hotel Mini (chiaramente dopo lauta cena).